Benvenuti sul BLOG di ideaBIT web agency, oggi parliamo di: NovitÓ e conferme da Google tramite Gary Illyes

NovitÓ e conferme da Google tramite Gary Illyes

Gary Illyes, Webmaster Trends Analyst di Google, in un AMA su Reddit rilascia interessanti indicazioni sulla SEO e sulla direzione intrapresa da Google.

Gary Illyes, Webmaster Trends Analyst di Google, in un AMA su Reddit rilascia interessanti indicazioni sulla SEO e sulla direzione intrapresa da Google.

Gary Illyes, Webmaster Trends Analyst di Google, in un AMA (Ask Me Anything) su Reddit rilascia interessanti indicazioni sulla SEO e sulla direzione intrapresa da Google.

Tra i tanti argomenti toccati, di seguito le informazioni più significative:

 

Google rispetta il file robots.txt

Googlebot rispetterà le direttive presenti all’interno del  file robots.txt.
Solo in presenza di istruzioni contraddittorie o non valide Googlebot potrà agire autonomamente.


I ccTLD, i gTLD e le impostazioni della console di ricerca impattano sul ranking

I domini di primo livello nazionali e i domini di primo livello generico hanno un impatto indiretto sul ranking.
Quando si tratta di ricerche con intento locale, Google può premiare i contenuti all’interno di quel paese rispetto ad altri contenuti.
Il ccTLD e/o l’impostazione del paese nella Search Console forniscono a Google informazioni che aiutano a determinare se quel dominio è più rilevante per le persone all'interno di un determinato paese.

 

RankBrain

Il RankBrain è il sistema di interpretazione delle query basato sull'Intelligenza Artificiale che aiuta Google a comprendere meglio la query e quindi a classificare le pagine più rilevanti per essa.
Gary Illyes lo ha definito un "PR-sexy machine-learning ranking" che utilizza i dati di ricerca storici allo scopo di prevedere su cosa un utente farebbe probabilmente clic per una query inedita.

 

UX e segnali di comportamento

Google non utilizza l’UX e i segnali comportamentali per il ranking diretto.

 

Search Quality Rater e test dal vivo

I risultati di ricerca non vengono direttamente influenzati dai dati dei clic e da altri dati degli utenti. Quando Google vuole lanciare un nuovo algoritmo o un aggiornamento del "core" deve testarlo con i rater o attraverso test dal vivo.

Quando Google determina un insieme di utenti per fare i test sul ranking e/o l'UX, l’1% degli utenti ottiene l’aggiornamento, mentre il restante ottiene quello attualmente in uso (base). L’esperimento dura, a volte settimane, e poi vengono confrontate alcune metriche tra l’esperimento e la base. Una delle metriche è rappresentata dalla differenza dei click sui risultati.

 

Scrivere contenuti utilizzando la machine learning

In genere Google disapprova che macchine e computer scrivano contenuti; le linee guida a tal proposito affermano di bloccare l’indicizzazione dei contenuti generati automaticamente.

Apprendimento automatico e intelligenza artificiale, però, potrebbero creare contenuti migliore di quelli scritti dall'uomo. Di fronte a questo scenario Illyes ha implicitamente affermato possono essere utilizzati a patto che si riesca a generare contenuti indistinguibili da quelli di un essere umano.

 

Ricerca di immagini e video

Google sta sempre più spostando risorse verso la ricerca di immagini e video. Illyes ha consigliato di pensare alle opportunità offerte da questa "nicchia" perché la ricerca sui media è troppo ignorata.
La ricerca sui media, in generale, è un ambito su cui Google sta dedicando più risorse ingegneristiche al giorno d’oggi.

 

Hreflang come vantaggio nel ranking

L’utilizzo del hreflang markup non si traduce in un beneficio diretto del ranking e si limita a comunicare a Google maggiori dettagli sull’origine e sulla lingua della pagina per far sì che le pagine ottengano traffico più mirato.

 

Domini danneggiati e penalizzazione dei link interni

Nei casi di "dominio danneggiato" (che ha subito una penalizzazione da Google) non ci sono motivi validi perché esso non possa risalire le classifiche, anche se, ha ricordato Illyes, in passato ha visto alcuni domini talmente danneggiati che è stato più facile iniziare un altro progetto con un nuovo dominio.

Non esiste, infine, alcuna penalizzazione causata da una eccessiva ottimizzazione dei link interni.

 
Informazioni sull'azienda
Logo ideaBIT web Agency ideaBIT Web Agency

SEO agency e agenzia di comunicazione. Grazie a 15 anni di esperienza certificata nel posizionamento sui motori di ricerca e nel web marketing ideaBIT serve piccole e medie aziende che vogliono investire sul proprio sito web e promuovere online, con efficacia e professionalità, immagine, prodotti, servizi.