Benvenuti sul BLOG di ideaBIT web agency, oggi parliamo di: Email, dall'invio alla lettura, tra i filtri antispam

Email, dall'invio alla lettura, tra i filtri antispam

Il percorso è suddiviso in tre fasi: Trasmissione, Consegna e Ricezione; ognuna delle quali prevede tipici controlli antispam.

La strada percorsa da un'email dal momento dell'invio a quello in cui viene letta è lungo e tortuoso.
Il percorso è suddiviso in tre fasi: Trasmissione, Consegna e Ricezione; ognuna delle quali prevede controlli che possono etichettare un'email come spam determinandone il blocco.

La maggior parte dei server fornisce errori generici e la corretta identificazione del momento in cui avviene il blocco per spam non è mai semplice.

 

Trasmissione

Limiti di invio dell'SMTP

Il server che deve spedire l'email verifica il mittente, il numero di messaggi inviati nelle ore e/o nei giorni precedenti, il contenuto dell'email (e degli allegati) e il numero di destinatari.
Se anche un solo elemento supera i limiti dell'SMTP l'email viene bloccata senza nemmeno un tentativo di recapito.

 

Nolisting

Se l'invio non eccede i limiti dell'SMTP, il server mittente tenta di contattare il mail server del dominio di destinazione. In questa fase scattano trappole antispam come il "nolisting", una tecnica con la quale il dominio del destinatario dichiara come server principale un server inesistente e solamente come secondario il reale server di ricezione. Tecniche antispam similari al nolisting sono: fake mx e mx sandwich.

 

Blacklist IP

Superati gli ostacoli precedenti e trovato il mail server principale, il sistema, prima di accettare la connessione, verifica che l'indirizzo IP del mittente non sia in blacklisting.
Le blacklist possono essere pubbliche o private. Le prime, che è possibile consultare online, rappresentano il filtro più grossolano e sono in grado di riconoscere i grandi fenomeni di spam; le seconde sono invece private e utilizzate da alcuni provider.

 

Autenticazione

Se il mail server del destinatario accetta la connessione attende che il mittente si "presenti": si hanno quindi nuove verifiche sull''indirizzo email del mittente, sul suo indirizzo IP e sulla reputazione del dominio; nel caso in cui questi elementi non siano ritenuti affidabili la connessione viene interrotta.

 

Greylisting

Superata la verifica del mittente viene richiesto l'elenco dei destinatari; in questa fase agisce un filtro AntiSpam chiamato Greylisting che rifiuta il primo tentativo.
Il mittente è perciò costretto a mantenere il messaggio in coda di spedizione e a ritentare successivamente la spedizione. L'obiettivo è introdurre un costo operativo per il server mittente sperando, in caso di spam, che lo spammer non sia disposto a sostenerlo.

 

Consegna

Analisi contenuto in tempo reale

Filtri sul mail server del destinatario effettuano un controllo AntiSpam real time sul contenuto e possono decidere di terminare la connessione rifiutando il messaggio istantaneamente. Alcuni server, dopo aver classificato il messaggio come spam, inviano una risposta con il seguente significato: "OK! Ho ricevuto il tuo spam, il messaggio verrà cestinato".

 

Analisi differita

Superati i controlli precedenti, l'email potrebbe incappare nell'azione di altri filtri antispam. Non avendo la possibilità di comunicare in tempo reale l'avvenuta classificazione, il mail server del destinatario crea un nuovo messaggio chiamato "bounce", allo scopo di avvisare il mittente che l'email è stata bloccata.

 

Posta indesiderata

Ulteriori filtri potrebbero classificare come sospetta l'email e inserire questa informazione nell'oggetto (ad esempio con il suffisso *****SPAM*****) della email o recapitandolo nella cartella "posta indesiderata".

 

Ricezione

Avas

Avas è l'acronimo di AntiVirus AntiSpam e con esso si indica il software installato sul PC (o dispositivo) del destinatario. L'Antivirus AntiSpam si "intromette" durante la procedura di scaricamento delle email per verificare i messaggi in arrivo.

 

Clienti di posta

Infine, alcuni client di posta elettronica (Outlook, Thunderbird, Windows Mail) applicano filtri AntiSpam propri, basati sui contenuti o su regole impostate dall'utilizzatore.

 

 

 
Informazioni sull'azienda
Logo ideaBIT web Agency ideaBIT Web Agency

Web agency e agenzia di comunicazione. Grazie a 15 anni di esperienza certificata nel posizionamento sui motori di ricerca e nel web marketing ideaBIT serve piccole e medie aziende che vogliono investire sul proprio sito web e promuovere online, con efficacia e professionalità, immagine, prodotti, servizi.